death is nothing at all


Una delicata poesia di Henry Scott Holland che pubblico in memoria di Maurizio, della mia mamma Caterina e di tutte le nostre persone care che sono “nascoste nella stanza accanto”…

La morte non è niente. Non conta.

Sono solamente scivolato via nella stanza accanto.

Nulla è capitato. Tutto rimane esattamente com’era.

Io sono sempre io e tu sei sempre tu,

e la vecchia vita vissuta così affettuosamente insieme rimane intatta, immutata.

Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora.

Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare;

parla di me nello stesso modo semplice che hai sempre usato.

Non cambiare tono di voce, non assumere un’aria solenne o triste.

Continua a ridere di quello che ci faceva ridere,

di quelle piccole cose che tanto ci piacevano

quando eravamo insieme.

Gioca, sorridi, pensami e prega per me!

Il mio nome sia la parola familiare di sempre:

pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza.

La vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto.

E’ la stessa di sempre. Una continuità che non si spezza.

Cos’è la morte se non un trascurabile dettaglio?

Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista?

Ti aspetterò, per un po’, in un luogo molto vicino, proprio dietro l’angolo.

Va tutto bene.

Niente è dolore, nulla è perso.

Un breve momento, e tutto sarà come prima.

Rideremo insieme dell’apparente distacco

quando ci ritroveremo!

Tags: ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s


%d bloggers like this: